Alimenti Encyclopedia · Sapere cosa si mangia!



Voi qui: Scienza dell' alimentazioneSostanze nutritive




Le fibre alimentari sono quella parte degli alimenti che il sistema digerente umano non è in grado di assimilare, o può degradare solo in parte. La maggior parte delle fibre fa parte dei carboidrati, complessi, i cosiddetti polisaccaridi. Gli enzimi contenuti nei succhi gastrici non sono in grado di scinderne le molecole, le fibre quindi passano invariate attraverso l'intestino tenue, e vengono poi parzialmente degradate dai batteri dell'intestino crasso. I prodotti della degradazione tuttavia, a differenza di grassi, proteine o carboidrati semplici, non intervengono nel metabolismo. Nonostante questo, le fibre non sono inutili, come si credeva una volta, ma rappresentano un aiuto per la digestione, e assolvono a un importante compito fisiologico. Gonfiandosi nell'intestino, aumentano la massa del contenuto intestinale, e di conseguentemente la secrezione dei succhi gastrici, inducendo quindi un senso di sazietà. Inoltre diminuiscono l'assorbimento di sostanze irritanti della mucosa intestinale o potenzialmente dannose per l'organismo, quali colesterolo e grassi, che vengono quindi espulsi con le feci.

      Le fibre alimentari sono esclusivamente di origine vegetale, ed hanno nelle piante funzioni di sostegno e di rinsaldamento. Le più importanti e conosciute sono la cellulosa, l'emicellulosa, che fanno parte delle fibre non idrosolubili, la pectina (solubile) e i pentosani. Alimenti ricchi di fibra sono i prodotti integrali, gli ortaggi e la frutta.


↑ top · Indice


Seguimi

foodlexicon.org @ google+:



↑ top · Indice


Ladezeit: 0.006174 Sekunden