Alimenti Encyclopedia · Sapere cosa si mangia!



Voi qui: Additivi alimentariGelificanti e addensanti




Il fosfato di diamido è un amido fosfatato che fa parte degli amidi modificati chimicamente, e viene utilizzato nell'industria alimentare come additivo alimentare, addensante, stabilizzante e coadiuvante. In qualità di additivo, il fosfato di diamido è contrassegnato dal codice europeo E 1412. Come ingrediente presente negli alimenti, può essere dichiarato semplicemente come amido modificato.


↑ top · Indice



Caratteristiche

Pubblicità

Il fosfato di diamido è un composto di fosfato e amido, con i gruppi fosfato e le catene di amido reticolati (cross-linking starches). Le proprietà del diamido fosfato sono paragonabili a quelle del fosfato di monoamido. Nell’industria alimentare viene impiegato il diamido, perché rispetto all’amido naturale è in grado di legarsi più rapidamente con l’acqua e formare composti densi. Forti sollecitazioni meccaniche, acidi e alte temperature influiscono solo minimamente sulla stabilità dell’E 1412.


↑ top · Indice



Produzione


Per ottenere il fosfato di diamido si instaura una reazione chimica fra amido naturale e cloruri di fosforo (legami chimici fra gli elementi fosforo e cloro). L’amido può essere estratto da frumento, patate e mais, e può accadere che l’amido utilizzato provenga da piante geneticamente modificate (vedi anche: lista degli additivi geneticamente modificati).


↑ top · Indice



Utilizzazione

L’uso del fosfato di diamido in linea di massima è ammesso per tutti gli alimenti, una limitazione quantitativa vale soltanto per gli alimenti per lattanti e la prima infanzia. Per tutti gli altri prodotti, ne è permesso l’impiego secondo necessità (quantum satis, cioè quanto basta). Questo significa che è consentito utilizzarlo soltanto nella quantità necessaria alla produzione. Fanno eccezione a questa regola gli alimenti che per legge non possono essere trattati o contenere additivi. Il fosfato di diamido è contenuto in prodotti da forno, pane, minestre liofilizzate, condimenti per insalata, ripieni per torte, piatti pronti, surgelati, preparati per budino, prodotti lattieri, maionesi, e salse, ed è ammesso anche nei prodotti per lo svezzamento dei lattanti e per la prima infanzia.


↑ top · Indice



Rischi per la salute

Per il fosfato di diamido non è stato fissato alcun valore DGA (Dose giornaliera accettabile), poiché è considerato privo di rischi per la salute, essendo digerito come l’amido naturale e assorbito come i carboidrati.


↑ top · Indice


Seguimi

foodlexicon.org @ google+:



↑ top · Indice


Ladezeit: 0.009343 Sekunden