Alimenti Encyclopedia · Sapere cosa si mangia!



Voi qui: AlimentiGrassi alimentari




In Italia quasi tutte le margarine destinate al consumo diretto sono di tipo vegetale, cioè sono prodotte partendo da grassi vegetali, ma possono contenere per legge anche una piccola percentuale di grassi di origine animale. Sul mercato però si trovano anche margarine 100% vegetali.

In Germania vi sono tre tipi di margarina vegetale:

↑ top · Indice



Margarina vegetale:

deve contenere almeno il 97 per cento di grassi vegetali. Inoltre, almeno il 50 per cento degli acidi grassi contenuti nei grassi utilizzati per la produzione deve essere sotto forma naturale. La quota di acido linoleico non può essere inferiore al 15 per cento.


↑ top · Indice



Margarina vegetale monoseme:


La quota di grassi di questo tipo di margarina proviene almeno per il 97 per cento da un solo tipo di pianta, la confezione può riportare l'indicazione del tipo di grasso utilizzato, ad es: margarina di puro olio di girasole.


↑ top · Indice



Margarina vegetale ricca di acido linoleico:

La caratteristica principale di questo tipo di margarina è l'alto contenuto di acido grasso omega-6 (acido linoleico). Il contenuto di acido linoleico non deve essere inferiore al 30 per cento. Spesso queste margarine vengono ulteriormente arricchite con le vitamine liposolubili A, D ed E. La quantità massima di queste vitamine comunque è stabilita per legge, e deve essere indicata chiaramente sulla confezione.

Gli acidi grassi sono molto sensibili al calore, per questo la margarina arricchita di acido linoleico è adatta per la preparazione di piatti freddi, e non dovrebbe essere utilizzata per la cottura, in particolare per quelle arrosto e al forno.


↑ top · Indice


Seguimi

foodlexicon.org @ google+:



↑ top · Indice


Ladezeit: 0.017037 Sekunden