Alimenti Encyclopedia · Sapere cosa si mangia!



Voi qui: AlimentiLatte e derivati Formaggio




La robiola è un formaggio fresco di latte vaccino, di pecora o di capra, a volte anche di latte misto in proporzioni variabili. Il formaggio proviene originariamente dal Nord, e precisamente dal Piemonte e dalla Lombardia, che sono ancora oggi le principali zone di produzione. Le caratteristiche della robiola variano a seconda della regione, anche la forma può essere cilindrica o quadrata, quest'ultima tipica della Lombardia. La pasta della robiola fresca è generalmente bianca, di consistenza cremosa o appena granulosa, sapore delicatamente acidulo e aroma delicato, che diviene più deciso con la stagionatura. Con un contenuto di grassi che in certi casi arriva al 70 % s.s., può rientrare a volte nella categoria dei formaggi doppia panna. La robiola del Bec (dal dialetto piemontese, bec = caprone) è una specialità prodotta soltanto nei mesi di ottobre-novembre (il periodo della monta), quando il latte è particolarmente grasso e ricco di aromi.


↑ top · Indice



Robiola: uso in cucina

Pubblicità

La robiola si può consumare al naturale, o condita con olio di oliva, sale e pepe, ma spesso la si utilizza come base per la preparazione di diverse salse o creme da spalmare sui crostini. Grazie al suo sapore dolce infatti si abbina molto bene con diversi ingredienti, con aglio, prezzemolo, acciughe, ma anche con peperoni e olive.


↑ top · Indice


Seguimi

foodlexicon.org @ google+:



↑ top · Indice


Ladezeit: 0.007211 Sekunden