Alimenti Encyclopedia · Sapere cosa si mangia!



Voi qui: AlimentiPescePesci d'acqua salata



© Richard Griffin / fotolia.com





Lo spratto è un pesce d'acqua salata dell’ordine dei clupeiformi (zool.: Clupeiformes). Ha corpo allungato e ovale, con ventre tondeggiante, opercoli delle branchie lisci, color bronzo/argentato, e occhi con sottili palpebre adipose. Il dorso è di color grigio/blu scuro, che sfuma nell’argento sui fianchi, la linea laterale non è visibile. Gli spratti possono raggiungere i 16,5 cm di lunghezza, e sono diffusi nell’Atlantico nord-orientale, nel Mare del Nord, nel Baltico, nel Mediterraneo – particolarmente nell’Adriatico settentrionale - e nel Mar Nero.


↑ top · Indice



Contenuti nutrizionali

Lo spratto ha un contenuto lipidico del 16-17 % in 100 g di parte edibile, ed è perciò annoverato fra i pesci grassi. È particolarmente ricco di proteine e vitamina D, e contiene inoltre rilevanti quantità di sali minerali, potassio, ferro, zinco e iodio.


↑ top · Indice



Utilizzazione


Nelle regioni nordiche, dove è molto diffuso, si trova soprattutto in conserva, ma proprio per il loro alto contenuto lipidico gli spratti si prestano bene ad essere affumicati. Gli spratti affumicati sono conosciuti in diversi paesi soprattutto col nome di Kieler Sprotten. In Germania si trovano sul mercato anche spratti in salsa speziata, commercializzati come Anchovis (lett.: acciughe), o Kräutersprotten (lett.: spratti alle erbe), che vengono serviti con pane nero fresco e imburrato. In Italia gli spratti sono reperibili in commercio freschi o sotto sale. La carne dello spratto ha un sapore delicato, meno spiccato di quella dell’altro pesce azzurro, ed è adatta alla frittura, ma in particolare alla cottura arrosto e alla griglia.


↑ top · Indice


Seguimi

foodlexicon.org @ google+:



↑ top · Indice


Ladezeit: 0.012452 Sekunden